Homepage » Produzioni » Kaspar





Kaspar



Progetto: Alessandro Fantechi – Elena Turchi
liberamente tratto da : L'enigma di Kaspar Hausere di W. Herzog
KASPAR HAUSER UN DELITTO CONTRO l’ ANIMA Di A .VON FEUERBACH
REGIONE TOSCANA ASL 10 MOM 5 CENTRO DIURNO FILI E COLORI COMUNITA’ TERAPEUTICA IL VILLINO ISOLE COMPRESE TEATRO

Il lunedì di Pentecoste del 26 maggio 1828, tra le quattro e le cinque di sera, faceva la sua comparsa per le strade di Norimberga un giovane che si trascinava con aria ed abbigliamento trasandati. Due documenti lo accompagnavano: un biglietto dove si affidava il piccolo Kaspar, nato il 30 aprile del 1812, a una persona non meglio specificata, e una lettera che quest’ultima aveva scritto per il capitano dei cavalleggeri di Norimberga, pregandolo di voler arruolare il diciassettenne Kaspar nel corpo dove già aveva servito il di lui padre. Nasceva in questo modo l’enigma di Kaspar Hauser: così era stato chiamato il giovane.
Cresciuto al buio di una spelonca fino ai diciassette anni, senza mai vedere in faccia colui a cui era stato affidato, aveva le articolazioni delle gambe deformate a causa della lunga immobilità e sapeva pronunciare una cinquantina di parole al massimo.
Di lui si occuparono in molti, ma nessuno riuscì mai a scoprire il mistero delle sue origini:Nel 1975, il regista tedesco Werner Herzog da questa storia realizzava un film, che nel titolo originale di Jeder für sich und Gott gegen alle (modificato nella “traduzione italiana” ne L’enigma di Kaspar Hauser) ricorda vagamente il rovesciamento dialettico dell’umanesimo feuerbachiano: “Ciascuno per sé, Dio contro tutti”. Dal mito della caverna di Platone a quello del buon selvaggio di Rousseau, la vicenda si presta peraltro a molteplici letture di carattere filosofico, anche se ad Herzog sembra sia stata congeniale soprattutto per sviluppare quella che è la sua tematica intorno al discorso del diverso e della sua emarginazione rispetto al conformismo della società. Da questa idea ha preso spunto il Progetto KASPAR vs.Handke che vede in scena 10 utenti del Servizio provenienti dal CENTRO DIURNO FILI E COLORI di FIRENZE e prevede nello spettacolo parti dal KASPAR,INSULTI AL PUBBLICO e AUTODIFFAMAZIONE di Peter Hanke.

LABORATORIO PASSIONI E EMOZIONI / ISOLE COMPRESE TEATRO
SERVIZIO DI RIFERIMENTO : CENTRO DIURNO “ FILI E COLORI” MOM 5 ASL 10 FIRENZE VIA ENRICO IL NAVIGATORE FIRENZE Tel. 055411651
OPERATORE RESPONSABILE : TIZIANA BREZZI
REGIA : ALESSANDRO FANTECHI ELENA TURCHI

ATTORI :

FRANCESCA SPISTO
ELISA TAORMINA
GIULIA COMPER
ANDREA LICITRA
MARTA PINZAUTI
GIAMPAOLO MAZZA

ATTORI UTENTI N° 8 :

WALTER BONECHI
MARIO CERRATA
GIANCARLO CORDANO
DARIO MARCHI
PATRIZIA RANDAZZO
LORENZO SENESI
LORENZO SOLDANI
CECILIA STRATINI

IL PROGETTO : LABORATORIO PASSIONI E EMOZIONI ASL 10 MOM 5 FIRENZE
Dal 2001 e’ attivo un laboratorio teatrale per utenti psichiatrici e giovani operatori –attori presso il Circolo LE Panche Via Caccini Firenze e rivolto alla Comunita’ Terapeutica IL VILLINO e al Centro Diurno FILI e COLORI di Firenze .Il laboratorio teatrale ha una cadenza settimanale e a fine laboratorio sono state presentate dimostrazioni di lavoro e spettacoli.
Sono stati prodotti i seguenti spettacoli –dimostrazioni di lavoro :
IL BALLO DEGLI ANGELI
IO STO BENE VOL. 2 presentato al Festival Biennale Teatro e Terapia Padova
BECKETT Teatro Cantiere Florida
E’ stato realizzato un video CIAO E POI (2002 ) che documenta l’ attivita’ di laboratorio teatrale con il Centro Diurno Fili e Colori.
Lo spettacolo KASPAR e’ una novita’ assoluta e presenta in scena 10 utenti attori e 6 attori-operatori di Teatro Sociale che hanno frequentato la Scuola di specializzazione sul Teatro Sociale.